Cause della cellulite: le vene non c’entrano più di tanto

Bene o male fino a questo momento abbiamo sempre saputo quali fossero le cause determinanti della cellulite: un’alimentazione scorretta, accentuato stress, una predisposizione genetica, e motivazioni di natura ormonale sono sempre rientrate nella fattispecie delle cause più frequenti.

dieta-alcalina

Ma pochi giorni fa è venuta fuori una nuova scoperta che, pur non mettendo in discussione quanto ritenuto sino ad ora, in qualche modo va comunque ad allargare lo spettro delle cause che sono all’origine di questo inestetismo cutaneo. In seguito a quanto dibattuto nel convegno organizzato dalla Società italiana di medicina estetica, risulta infatti che l’origine di questo problema sarebbe da ricondursi al tessuto adiposo e non tanto al sistema venoso:

Fino a oggi si è considerata l’insufficienza venosa come principale causa, ma molte nuove ricerche italiane e internazionali dimostrano che è invece il tessuto adiposo, che agisce come un organo endocrino, a infiammare i tessuti e innescare le trasformazioni della pelle a buccia di arancia.

Dal momento in cui ci sono buone probabilità che la cellulite possa essere la conseguenza nuda e cruda di problemi a livello adiposo, come si può intervenire per prevenirne la formazione o quanto meno contrastarne la diffusione? Secondo il dottor Piero Antonio Bacci, docente di medicina estetica all’Università di Siena, un grande aiuto sarebbe da ricondurre ad una dieta alcalinizzante:

Gli adipociti innescano uno stato infiammatorio a cui si associa un processo di acidificazione dei tessuti. La dieta alcalinizzante si basa su alimenti come frutta, verdura e legumi, che diminuiscono lo stato infiammatorio del tessuto coinvolto.

A tal proposito ricordiamo che alla base di una dieta alcalina vi sono pasta al grano saraceno, pane integrale, frutta, verdura e pesce; mentre invece cibi grassi, carne e latticini vengono considerati altamente acidificanti. Per favorire il processo di prevenzione (o guarigione) della cellulite è perciò necessario tenere una dieta che si basi su questi principi, anche se naturalmente “uscire dai ranghi” di tanto in tanto non va affatto visto come un atto compromettente!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *