Cellulite infettiva: tutt’altra cosa rispetto a quella estetica

Quando partiamo alla ricerca di informazioni, cause e rimedi della cellulite, può capitare di fare la conoscenza della cosiddetta cellulite contagiosa (o infettiva). Leggendo con attenzione scopriamo essere una infezione batterica della pelle e curiosando tra i suoi sintomi tipici iniziamo ad allarmarci: ma dal momento in cui tra le due forme di cellulite v’è una grossa differenza, o meglio, nessuna somiglianza, forse sarebbe il caso di fare chiarezza!

I Sintomi

Prima di ogni altra cosa è opportuno specificare che la cellulite infettiva si presenta per mezzo di rossore e gonfiore generalizzato che spesso è anche causa di dolore; le zone più colpite sono quelle delle gambe, anche se non è affatto escluso che la cellulite contagiosa vada poi a coinvolgere il resto del corpo o del viso. In alcuni casi e laddove non trattata, questa infezione può persino diffondersi ai linfonodi e raggiungere il sangue causando così dei seri problemi per la vita della persona che ne è affetta.

Quando l’infezione è grave

Per capire se la cellulite contagiosa sta evolvendo nella sua forma più grave è sufficiente controllare se il soggetto che ne è affetto presenti o meno segni di febbre alta accompagnati da sudorazione, stanchezza, dolori muscolari, pelle calda e brividi. Tra gli altri sintomi per i quali occorre far scattare l’allarme troviamo anche la comparsa di vesciche e striature rosse, letargia e sorgere di sonnolenza.

Le cause

Ma quali sono le cause che possono dar vita al sorgere di questa patologia? Tra le ragioni più comuni vi sono alcuni tipi di batteri che entrano a contatto con la pelle anche tramite una semplice rottura nella pelle (come può essere un comunissimo taglietto, punture di insetti o incisioni chirurgiche riuscite male!). I batteri in questione sono quelli dello streptococco e dello stafilococco.

Quali che siano le cause, i fattori di rischio più alti sono corsi da coloro i quali hanno un sistema immunitario particolarmente debole, fanno uso di droghe per via endovenosa, hanno antenati a loro volta colpiti dalla patologia o che presentano malattie della pelle che causano interruzioni (come nel caso dell’eczema o del piede d’atleta).

Il trattamento

La cellulite infettiva è curabile tramite l’assunzione di antibiotici mirati che, generalmente, esercitano i loro effetti nell’arco di 10 giorni al massimo dall’inizio della cura. Naturalmente più l’infezione è grave più il trattamento è destinato ad andare per le lunghe, tant’è che in alcuni casi il medico competente può persino consigliare il ricovero ospedaliero.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *