Cellulite, nuove tecniche chirurgiche presentate in anteprima europea

A Monza, lo scorso 4 ottobre, si è tenuto un evento molto importante per il mondo della chirurgia estetica. L’iniziativa “Piattaforma Laser Sciton Joule, soluzioni di luce a 360° in Face Rejuvenation e Body-Contoring” è stata promossa da Bi-medica in anteprima europea con l’obiettivo di presentare nuove tecnologie laser atte a migliorare la vita di uomini e donne di tutto il mondo. Molti i medici e i chirurghi estetici accorsi alla presentazione di queste tecniche messe a punto dall’azienda americana Sciton, se non altro perchè consci del fatto che le innovazioni sono la vera anima di questo settore.

chirurgia-estetica

Tra le novità presentate troviamo Cellusmooth, un laser di nuova generazione pensato per risolvere i problemi di cellulite che continuano ad affliggere molte donne (ed uomini, seppur fenomeno meno noto); Bbl-Forever-Young, ulteriore novità resa nota in questo evento, è invece una procedura a luce pulsata che viene sfruttata nella riattivazione di collagene. Halo, infine, è anch’esso un nuovo laser (primo nel suo genere) che prevede l’applicazione di due lunghezze d’onda differenti: una ablativa e l’altra non ablativa.

Ciascuna di queste tecniche ha una sua sfera di obiettivi ben delineata, ed ognuna si pone come una piccola grande rivoluzione per l’intero comparto della medicina estetica: i suoi ideatori promettono risultati altamente performanti ed una resa finale impeccabile.

L’americana Sciton ha dunque voluto investire sulla chirurgia estetica presentando i frutti del suo lavoro all’Italia e, di riflesso, all’intera Europa. Il suo sforzo nel far sì che questo settore possa evolvere verso l’idea di una qualità massima ai minori costi è figlio della crescente popolarità riscossa dalla medicina estetica: prendendo in considerazione interventi per lo più poco invasivi (o almeno tali per quanto riguarda trattamenti di cellulite, lassità cutanee e adiposità localizzate), le persone trovano in questo fronte un valido supporto alle proprie esigenze estetiche.

Del resto il problema degli inestetismi cutanei è attualmente sentito con particolare forza sia dagli uomini che dalle donne. Per merito della ricerca in campo medico e tecnologico la chirurgia estetica è ora in grado di appagare la gran parte delle necessità mosse dagli utenti, e naturalmente, di farlo riducendone al minimo i rischi correlati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *