Cellulite e pancetta? Occhio alla postura

Quando parliamo di cellulite siamo soliti ricorrere a creme e prodotti di vario genere, ma molto probabilmente, spinte dall’obiettivo di trovare un rimedio rapido ai propri inestetismi cutanei, corriamo il rischio di perdere di vista delle soluzioni molto più “a portata di mano”. Già, perchè secondo quanto rivelato da alcuni esperti di settore sembra proprio che il sorgere della cellulite e di quella antiestetica pancetta possa esser conseguenza di una postura scorretta: assumere posizioni distorte provocherebbe alterazioni della tensione muscolare e articolare che oltre a riflettersi in termini di dolori fisici, provoca riflessi anche sotto un profilo squisitamente estetico.

postura-cellulite

Qualche esempio? Doppio mento, seno cadente, cellulite, pancetta e più in generale segni evidenti di un’invecchiamento dei tessuti sono per la metà dei casi la conseguenza precisa delle posizioni assunte durante l’arco della giornata. Come spiega Mario Dini, specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica: “Se i primi segnali di una postura scorretta sono solitamente sottovalutati (come la stanchezza e l’affaticamento), dopo alcuni mesi possono anche venir fuori delle modificazioni estetiche del proprio aspetto. Le posizioni scorrette, infatti, provocano un invecchiamento precoce ed evidenziano i problemi dovuti alla forza di gravità.”

La cellulite come riflesso di una postura scorretta? Proprio così, perchè a forza di stare seduti per tanto tempo si può correre il rischio di andare verso una stasi della circolazione, la quale impedisce il corretto flusso del sangue carico di ossigeno e di ormoni lipolitici, cioè di quelle sostanze capaci di sciogliere i grassi e atte ad impedire il ristagno delle tossine.

Anche il grasso addominale (più volgarmente definito come “pancetta”) o quel brutto doppio mento sono fenomeni figli di una postura scorretta, giacchè se tenere il computer in una posizione più bassa rispetto agli occhi costringe a portare il mento verso il basso e quindi a favorire gli inestetismi del collo, anche la schiena curva a livello lombare finisce per provocare una deviazione del muscolo detto “psoas” e a spingere il contenuto delle viscere a spostarsi in avanti causando, per l’appunto, il grasso localizzato sull’addome.

Di conseguenza tanto esercizio fisico, ginnastica posturale e schiena dritta ogni qualvolta possiamo assumerla sono elementi imprescindibili per risolvere gli inestetismi cutanei sin dalla radice!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *